POSTED BY Berto | Lug, 17, 2017 |

PER “SANIFICAZIONE “ si intende l’attuazione simultanea o, meglio, i due momenti distinti della pulizia e della disinfezione di qualunque superficie.

Il classico processo di sanificazione è costituito da 4 fasi:

1) LA PULIZIA O DETERSIONE (IL PRODOTTO DETERGENTE)

2) IL RISCIACQUO

3) LA DISINFEZIONE (IL PRODOTTO DISINFETTANTE)

4) IL RISCIACQUO

1. LA PULIZIA O DETERSIONE

Lo sporco si può suddividere in 2 grandi categorie:

  • di tipo organico, rappresentato da residui di carne, grassi pesce , residui amidacei, zuccheri, latte e da colonie di lieviti, batteri e muffe;
  • di tipo inorganico, rappresentato soprattutto da residui di calcare e dalla pietra di latte.

LA SCELTA DEL DETERGENTE DEVE ESSERE FUNZIONALE AL TIPO DI SPORCO CHE SI INCONTRA. LE CARATTERISTICHE DI UN BUON DETERGENTE, SIA ESSO ALCALINO, NEUTRO, O ACIDO, DOVREBBE ESSERE:

  • grande effetto detergente;
  • elevato potere bagnante, penetrante ed imbibente;
  • potere emulsionante e disperdente;
  • capacità di operare con acque di diversa durezza;
  • facilità di risciacquo

2. LA DISINFEZIONE

Disinfettare significa, ridurre la quantità di microrganismi presenti eliminando completamente i germi patogeni. I fattori che possono influenzare il risultato finale dell’operazione sono:

  • efficacia dell’azione di detersione;
  • completezza dell’azione di risciacquo;
  • tipo di disinfettante;
  • la concentrazione del disinfettante;
  • il tempo di contatto.

I prodotti che vengono utilizzati per la disinfezione sono molteplici, con caratteristiche ed efficacia diverse. Un buon disinfettante dovrebbe:

– distruggere i microrganismi patogeni; – non macchiare le superfici trattate;

– avere uno spettro d’azione il più ampio possibile

– non essere corrosivo verso i materiali a contatto;

– agire anche in presenza di acque dure – essere attivato a basse temperature.

3. IL RISCIACQUO

Un accurato risciacquo dopo la fase di detersione consente di:

  • eliminare eventuali residui di sporco;
  • eliminare residui di detergente;
  • preparare al meglio la superfici per la fase di disinfezione;
  • UN altrettanto attento risciacquo finale (dopo la fase di disinfezione) , consente l’eliminazione di eventuali residui di soluzione disinfettante evitando la possibilità di contatto diretto fra prodotto chimico ed alimentare.
TAGS:
  • disinfettare,
  • haccp,
  • sanificare,

You must be <a href="https://www.medraservizi.it/wp-login.php?redirect_to=https%3A%2F%2Fwww.medraservizi.it%2F2017%2F07%2F17%2Fle-4-fasi-per-sanificare-al-meglio-qualunque-superficie%2F">logged in</a> to post a comment.