POSTED BY Berto | Ago, 10, 2017 |

La pulizia della cucina deve essere organizzata in modo metodico. Il mio consiglio? Assegna precise mansioni ai membri del team per velocizzare il compito.

Il PRIMO PASSO è lo spostamento degli oggetti che invadono credenze, frigoriferi, forni. In questo modo puoi pulirli da grasso, polveri e residui senza ingombri. I fuochi invece coprili con un panno.

Pentole, padelle e carrelli vanno portati via e messi a lavaggio mentre gli armadi devono essere lucidati sia dentro che fuori. Naturalmente non tralasciare cassetti e altri scomparti.

Il SECONDO PASSO è la pulizia delle cappe aspiranti e delle canne fumarie. Questi strumenti hanno bisogno di essere sterilizzati con frequenza con un panno e un prodotto detergente neutro, utile sia per la parte esterna che quella interna. Infine, ricorda di smontare le griglie e lasciarle a mollo in una vasca insieme a un prodotto sgrassante.

Il TERZO PASSO interessa le griglie dei fuochi e diverse parti mobili della friggitrice. Anche per questi pezzi vale lo stesso discorso: immergerli in un recipiente con un prodotto smacchiante. Lo scopo è neutralizzare ogni residuo di sporco.

QUARTO PASSO per pulire la cucina di un ristorante: igienizzazione dei piani di lavoro usati per affettare il cibo. Ti sto parlando anche di quelli in acciaio per tagliare la carne e il pesce.

Come comportarsi con questi strumenti? Sollevali e strofinali. Concentrati in particolar modo sulla parte sottostante, di solito la più trascurata.

Lo so, vuoi sapere qual è il quinto passaggio: la pulizia del frigorifero vuoto. Comincia dall’interno e dalle guarnizioni. Queste ultime lavale con acqua e sapone neutro o bicarbonato di sodio. Poi, occupati di aspirare la polvere dal retro dell’elettrodomestico.

Ora è il turno del sesto step: forno professionale. Puliscilo con uno straccio e un detersivo neutro. Dopo, risciacqua per scongiurare eventuali infestazioni e asciuga con un panno morbido. Puoi procedere ancora più a fondo, sollevando le manopole di controllo e pulirle nella parte inferiore.

Pulire la cucina di un ristorante vuol dire non lasciare nulla al caso, nemmeno le pareti. Per eliminare lo sporco incrostato parti dall’alto e dedica la giusta attenzione agli infissi e ai vetri.

L’ottavo punto riguarda l’igiene del lavandino: questo strumento, di solito, è ossidato. Per contenere il deterioramento ricorri ai prodotti giusti: gli anticalcare.

Nono e ultimo passo: la pulizia dei pavimenti. Sposta ogni mobile e passa l’aspirapolvere. In seguito lava cominciando dai bordi. Ti suggerisco di utilizzare un prodotto sgrassante unito agli scrubber e sciolto in acqua calda. Dopo la prima passata fanne un’altra più stretta per risciacquare.

Il lavoro è terminato. Riposiziona mobili e attrezzi, lavati le mani e osserva la cucina brillare.

TAGS:
  • #ristorazione,
  • igiene,

You must be <a href="https://www.medraservizi.it/wp-login.php?redirect_to=https%3A%2F%2Fwww.medraservizi.it%2F2017%2F08%2F10%2Fcome-pulisci-la-cucina-del-tuo-ristorante%2F">logged in</a> to post a comment.